È con grande, grandissima emozione e soddisfazione che annuncio il

I° campo estivo giovanile FESAL – E

21 – 23 luglio 2006

presso

la Collina dei Ciliegi

località Pratogiardino

comune di Farini d'Olmo

ferrovia di Piacenza

Per la FESAL – E è una grande occasione quella di poter organizzare un primo campo giovanile estivo del nostro sindacato europeo che possa mettere in fermento e confrontare esperienze, sogni, progetti, collaborazioni.

Un primo doveroso ringraziamento va rivolto alla neo-segretaria provinciale dell'AltrascuolA Unicobas di Milano, che ha messo a disposizione della FESAL – E il suo magnifico casolare, teatro dell'evento.

Come coordinatore della FESAL – E mi faccio carico di raccogliere tutte le sensibilità per la costruzione di un programma ampio, aperto, non semplicemente sindacale e politico, ma anche culturale e scientifico, a partire dalla presenza e dal contributo già confermato di Alessandro Lanzani, genitore milaniano aderente alla FESAL – E.

In data 5 luglio il programma verrà redatto in forma definitiva e diffuso, tuttavia è opportuno che la proposta di temi di discussione venga fatta possibilmente entro il 27 giugno '06, al fine di poter procedere nella giornata del 28 giugno '06 alla stesura di un programma di massima che verrà inoltrato.

Per ogni tema proposto vanno segnalati i relatori, possibilmente, laddove siano parte di una organizzazione, la sigla di appartenenza, al fine di rendere più rapido il lavoro. Essendo tutti consapevoli della naturale caratteristica goliardico – rivoluzionaria della FESAL – E sono benvenute tutte le proposte.

Ugualmente mi sento in obbligo di assumermi la responsabilità di due altre necessità fondamentali, gli inviti e l'organizzazione generale.

Per quanto concerne gli inviti è evidente che tutte le realtà giovanili della FESAL – E sono invitate a partecipare ed essere presenti e ugualmente ad invitare i soggetti giovanili con i quali mantengono relazioni e hanno forme di collaborazione.

Per quanto concerne l'organizzazione generale è opportuno sapere che: