UNIcobas l'AltrascuolA
aderente alla FESAL –E Federazione Europea del Sindacalismo Alternativo dell'Educazione
www.fesal.it
Relazioni internazionali: tel. diretto +39/3286974079 segreteria telef. - fax 0039 1782265600 
fesalscuola@libero.it
Segreteria Nazionale via TUSCOLANA 9 - 00182 Roma – tel. e fax 067027683

L'europarlamentare Giuseppe Di Lello riconosce l'attualità e la forza delle rivendicazioni
della FESAL – E in merito ai diritti sindacali nell'Unione Europea

Con grande amicizia e cordialità il magistrato Giuseppe Di Lello, nel pool antimafia di Palermo alla fine degli anni ottanta insieme a Guarnotta, Falcone e Borsellino, sotto la guida di Antonino Caponnetto, e oggi europarlamentare e membro della commissione giustizia, ha ricevuto il 4 maggio '04 presso la sede di Strasburgo la delegazione della FESAL – E.

L'incontro ha voluto incentrarsi - dopo aver ribadito le questioni di fondo del nostro agire comune, ovvero pluralismo e diritti sindacali contro il monosindacalismo della C.E.S., libertà d'insegnamento e apprendimento, scuola come luogo di promozione di cultura e non servizio mercificabile - sulla questione della rappresentanza sindacale.

Stefano d'Errico segretario nazionale di Unicobas l'AltrascuolA ha esposto con puntualità e precisione le contraddizioni dei sistemi italiano ed europeo che nei fatti negano un'autentica rappresentanza dei lavoratori costruendo criteri di rappresentatività che non corrispondono né alla capacità d'azione reale delle organizzazioni, né al loro radicamento nel territorio. d'Errico ha ribadito poi l'incredibile violazione dello Statuto dei Lavoratori all'interno della scuola, infatti 14 sentenze favorevoli dei pretori del lavoro al diritto d'assemblea per l'Unicobas continuano ad essere disattese da un comportamento unilateralmente lesivo dell'amministrazione. Concludendo d'Errico ha posto in relazione questi aspetti non indifferenti della realtà italiana con il quadro europeo, auspicando che la FESAL – E possa essere ricevuta prima della stesura definitiva della Costituzione continentale dalla commissione giustizia ,in un'apposita audizione relativa ai diritti sindacali.

Jean-François Fontana di SUD Parigi a nome del collettivo FESAL - E Francia ha ripreso la riflessione iniziata da d'Errico, sottolineando come in Francia il diritto allo sciopero riconducibile (ovvero per più giorni) sia oggi messo in discussione e come molteplici limitazioni vengano escogitate per escludere i soggetti sindacali alternativi dalla discussione e partecipazione alle scelte che riguardano tutti i lavoratori.

Roland Veuillet della delegazione francese ha portato ad esempio il suo caso personale, una anomala situazione, in cui è stato sospeso dall'insegnamento per aver preso parte ai grandi scioperi del maggio francese 2003.

Nelle conclusioni Giuseppe Di Lello ha confermato il suo interessamento e ha riconosciuto come legittima la richiesta della FESAL – E di essere ascoltata in una audizione dalla commissione giustizia del prossimo parlamento europeo, ha aggiunto inoltre che è auspicabile che le ragioni espresse dalla FESAL – E possano essere accolte da un ordine del giorno posto in votazione all'assemblea parlamentare da parte non solo del gruppo della sinistra, ma anche dai gruppi verde e socialista.

A nome di Unicobas l'AltrascuolA e di tutti i gruppi e le organizzazioni che stanno contribuendo alla crescita di un sindacalismo alternativo nella scuola sotto le bandiere della FESAL – E ho ringraziato Giuseppe Di Lello, con la convinzione che presto ci incontreremo nuovamente per procedere nella costruzione di un'Europa solidale a partire dai diritti sindacali.

Milano, 9 maggio '04, festa di un'Unione Europea che vogliamo fondata sui diritti.

Davide Rossi
Responsabile Relazioni Internazionali UNICOBAS l'AltrascuolA
fesalscuola @libero.it